google429ff0922812dc45.html
Dott.ssa Teresa Furino
Psicologa - Psicoterapeuta (Treviso)

Lo sviluppo del bambino

Le principali tappe dello sviluppo psicofisico tra i 3 mesi e i 6 anni

La specie umana acquisisce molte delle sue caratteristiche psicofisiche dopo la nascita, poiché il cervello non completa il proprio sviluppo durante la gestazione. Nei primi anni di vita del bambino il cervello attraversa importanti processi maturativi, principalmente legati al consolidamento delle reti di comunicazione tra le cellule che lo compongono. L'infanzia è perciò una fase di grande plasticità biologica che favorisce la progressiva acquisizione di competenze psicomotorie, emozionali e cognitive, competenze che sono anche influenzate dall'ambiente in cui il bambino cresce. Durante la crescita il bambino modifica il proprio comportamento sulla base dell'esperienza mentre si consolidano e si perfezionano le capacità percettive degli stimoli visivi, dei suoni, dei sapori, l’acquisizione della postura eretta e la capacità di camminare, la capacità di comunicare con le espressioni del viso, i gesti e il linguaggio. Gli studi psicologici dell'età evolutiva dedicati alla comparsa di queste competenze hanno delineato un profilo di sviluppo che descrive a grandi linee le età alle quali ci si attende che un bambino acquisisca specifiche funzioni. La ricerca si è principalmente focalizzata sulle capacità motorie, l'acquisizione del linguaggio e lo sviluppo delle capacità di relazionarsi con gli altri, competenze per le quali è stato possibile costruire un profilo di riferimento che permette di distinguere uno sviluppo ‘tipico’ (atteso) da uno ‘atipico’. Tuttavia alcune differenze non sono necessariamente indicative di atipicità dello sviluppo, quanto piuttosto della unicità della traiettoria di crescita di ciascun bambino. L’osservazione dei bambini nel loro ambiente naturale, come in famiglia e nella scuola, rappresenta una risorsa di informazioni molto importante per capire le esigenze pedagogiche e di salute di ciascun bambino in un così delicato momento della propria crescita.

I bambini si sviluppano con un ritmo individuale, e per questo non è possibile prevedere con esattezza quando acquisiranno una data capacità. Le tappe dello sviluppo che vengono qui descritte debbono essere considerate uno schema generale dei cambiamenti attesi durante la crescita: lievi scostamenti da questo profilo non debbono procurare allarme.

Da 3 a 6 mesi.

-Relazionale: Ricambia il sorriso dell’adulto (sviluppo del sorriso sociale); Si diverte a giocare con gli altri e può dispiacersi se il gioco viene interrotto; Aumenta la propria capacità espressiva sia con le espressioni facciali che con i movimenti del corpo.
- Motorio: Drizza la testa e il tronco quando si trova in posizione prona (a pancia sotto); Sostiene la parte superiore del proprio corpo quando è sdraiato sulla pancia; Si piega sulle ginocchia quando i piedi sono appoggiati a una superficie stabile; Allunga le gambe e scalcia quando è sdraiato; Apre e chiude le mani; Porta le mani alla bocca.
- Linguaggio: Sorride al suono della voce delle persone care, Comincia a balbettare e a formulare spontaneamente dei suoni per gioco, Inizia ad imitare qualche suono ,Si gira verso l’origine di un suono.
-Visivo: Si rivolge verso le persone che gli parlano, Segue i movimenti degli oggetti, Riconosce oggetti e persone familiari a distanza, Afferra e agita giochi con le mani (coordinazione viso-motoria).

 Da 6 a 12 mesi

- Relazionale: Si diverte a giocare con gli altri; Si interessa alle immagini nello specchio; Risponde alle espressioni che indicano emozioni e spesso appare allegro.
- Motorio: E’ capace di rotolarsi sui fianchi; Si siede con e a volte senza il supporto delle mani
E’ capace di sostenere il proprio peso sulle gambe; Raggiunge gli oggetti con una mano; Trasferisce gli oggetti da una mano all’altra; Usa la mano per ‘rastrellare’ i giochi.
-Cognizione e Linguaggio: Riesce a trovare oggetti parzialmente nascosti; Esplora con le mani e con la bocca; Si sforza per raggiungere oggetti che non sono a sua portata di mano; Risponde al proprio nome; Inizia a rispondere ai ‘no’; Esprime le emozioni con il tono della voce; Risponde ai suoni emettendo suoni; Usa la voce per esprimere la gioia e il dispiacere; Balbetta catene di suoni.
-Visivo: Sviluppa completamente la visione dei colori; Matura la visione da lontano; Aumenta la sua capacità di seguire con gli occhi oggetti in movimento.


Da 12 a 24 mesi.


-Relazionale: Si mostra  timido e preoccupato con chi non conosce; Piange quando i genitori si allontanano; Si diverte a imitare le persone quando gioca; Mostra preferenze verso particolari giochi o persone; Verifica le reazioni dei genitori al suo comportamento; Ripete suoni e gesti; Allunga le braccia o le gambe mentre lo si veste.
-Motorio: Riesce a mettersi seduto senza aiuto; Si trascina in avanti sulla pancia; Si mette a carponi e si muove gattonando; Passa da seduto a carponi e a sdraiato sulla pancia; Riesce a mettersi in piedi; Cammina tenendosi ai mobili; Riesce a stare in piedi per qualche istante senza supporto; Può compiere tre o quattro passi senza supporto.
-Cognizione e Linguaggio: Usa gli oggetti in molti modi diversi (agitare, tirare, sbattere, far cadere); Trova facilmente oggetti nascosti; Guarda verso un’immagine quando viene nominata; Imita i gesti; Inizia a usare gli oggetti correttamente (bere dalla tazza, pettinarsi i capelli, comporre il numero di telefono); Presta crescente attenzione ai discorsi; Risponde  a semplici richieste; Risponde ai ‘no’; Usa semplici gesti come ad esempio scuotere la testa per dire no; Balbetta con intonazione (cambiamenti di tono); Dice ‘mamma’ e ‘papà’ e usa esclamazioni come “Oh‐oh!”; Prova ad imitare le parole.
-Capacità manuali: Usa la prensione a pinza; Sbatte due oggetti insieme; Mette  gli oggetti dentro e fuori da un contenitore; Esplora con il dito indice; Prova a scarabocchiare.

Da 2 a 3 anni

-Relazionale: Imita il comportamento degli altri, specialmente quello dei più grandi; E’ più consapevole della propria individualità; E’ più eccitato dalla compagnia di altri bambini; Dimostra una maggiore indipendenza; Inizia a mostrare un comportamento insolente; Presenta ansia da separazione al calare della sera.
-Motorio: Cammina senza aiuto; Tira giocattoli dietro di sé mentre cammina; Riesce a trasportare giocattoli anche grandi mentre cammina; Inizia a correre; Sta in piedi sulle punte; Calcia la palla; Sale e scende dai mobili senza aiuto; Sale e scende le scale tenendosi a un supporto.
-Cognizione e Linguaggio: Trova oggetti anche quando nascosti sotto due o tre strati; Inizia a discriminare per forma e colore; Inizia a fare giochi ‘far finta di’; Indica oggetti e disegni sotto richiesta; Riconosce nomi di persone, oggetti familiari e parti del corpo; Conosce diverse parole (verso i 18 mesi); Usa frasi semplici, composte da 2 a 4 parole (verso i 20 mesi); Ripete parole ascoltate durante una conversazione.
-Capacità manuali: Scarabocchia; Rovescia i contenitori per svuotarne il contenuto; Costruisce torri con più di quattro blocchi; Può presentare un uso più frequente di una mano rispetto all’altra.

Da 3 a 4 anni

-Relazionale: Imita gli adulti e i compagni di gioco; Mostra di affezionarsi ai suoi compagni di gioco; Riesce a fare giochi con il cambio di turno; Comprende il concetto di mio/suo; Esprime affetto apertamente e anche una grande varietà di emozioni; A partire dai tre anni si separa con facilità dai genitori.
-Motorio: Si arrampica bene; Sale e scende le scale alternando i piedi (un piede per ogni scalino); Corre con facilità; Pedala sul triciclo; Si sporge senza cadere.
-Cognizione e Linguaggio: Riesce a fare funzionare giocattoli meccanici; Gioca a ‘fare finta’ con bambole, animali, e person; Completa puzzle di tre quattro pezzi; Comprende il concetto ‘due’; Riesce a seguire dei comandi composti; Riconosce e identifica tutti gli oggetti e immagini più comuni; Comprende la maggior parte delle affermazioni; Comprende la disposizione nello spazio (sopra, sotto, dentro); Usa frasi con 4-5 parole; Riesce a dire il proprio nome, sesso e età; Usa i pronomi (io, tu, noi, loro) e alcuni plurali; Gli estranei capiscono la maggior parte di quello che dice.
-Capacità manuali: Disegna linee verticali, orizzontali e curvilinee con matite e pastelli; Gira le pagine di un blocco una alla volta; Costruisce torri con più di 6 blocchi; Tiene la matita nella posizione corretta. 

Da 4 a 5 anni

-Relazionale: Si interessa a nuove esperienze; Fa attività in cooperazione con altri bambini; Gioca a mamma e papà; Ha una sempre maggiore inventiva nei giochi di immaginazione; Sa vestire e svestire; Sa negoziare soluzioni nei conflitti; Si concepisce come persona completa, fatta di corpo, mente e sentimenti; A volte non sa distinguere la realtà dalla fantasia.
-Motorio: Salta su un piede e può rimanervi fermo per più di cinque secondi; Sale e scende le scale senza aiuto; Calcia la palla in avanti; Tira la palla con forza; Acchiappa quasi sempre le palle di rimbalzo; Si sposta in avanti e indietro con facilità
-Cognizione e Linguaggio: Chiama correttamente i diversi colori; Capisce il concetto ‘contare’ e conosce diversi numeri; Inizia ad avere un certo senso del tempo; Riesce a raccontare parte di una storia; Capisce il concetto di ‘stesso’ e ‘differente’; Intraprende giochi di fantasia; Possiede qualche regola grammaticale; Usa affermazioni di circa sei parole; Gli estranei riescono a capire piuttosto bene cosa dice; Racconta storie.
-Capacità manuali: Riesce a copiare dei quadrati e a disegnare cerchi; Disegna persone con 2-4 parti del corpo; Usa le forbici; Inizia a copiare qualche lettera maiuscola.

Da 5 a 6 anni

-Relazionale: Desidera accontentare gli amici; Desidera assomigliare agli amici; Accetta con più facilità le regole; Si diverte a cantare, ballare e recitare; Mostra maggiore indipendenza (può ad esempio andare da solo a trovare il vicino); Sa distinguere il genere; Distingue la fantasia dalla realtà; Alcune volte è esigente, altre esageratamente cooperativo.
-Motorio: Riesce a stare su di un piede per più di dieci secondi; Salta, fa le capriole; Sa andare in altalena e arrampicarsi; Può essere capace a saltare la corda.
-Cognizione e Linguaggio: Conta 10 o più oggetti; Nomina correttamente almeno quattro colori; Comprende meglio il concetto del tempo; Conosce le cose che appartengono alla vita quotidiana (soldi, cibo,
elettrodomestici); Ricorda parti di una storia; Usa il tempo futuro; Racconta storie lunghe.
-Capacità manuali: Copia triangoli e altre forme; Disegna persone con il loro corpo; Si veste e si sveste senza aiuto; Usa forchetta, cucchiaio e qualche volta il coltello.

 

Tratto da www.iss.it/auti/